Yahoo España Búsqueda web

  1. 44 resultados de búsqueda aproximadamente

  1. en.wikipedia.org › wiki › Ciro_FerraraCiro Ferrara - Wikipedia

    Ciro Ferrara Ufficiale OMRI (Italian pronunciation: [ˈtʃiːro ferˈraːra]; born 11 February 1967) is an Italian former footballer and manager.His most recent position was as manager of Wuhan Zall.He had also previously coached Juventus and the Italy national under-21 team.As an assistant coach to Marcello Lippi, he won the 2006 FIFA World Cup with Italy senior team.

  2. Ciro Immobile (Torre Annunziata, Nápoles, 20 de febrero de 1990) es un futbolista italiano que juega como delantero en la Società Sportiva Lazio de la Serie A de Italia Índice 1 Trayectoria

  3. hace 2 días · Ferrara in tackle nei confronti di Cassano per le sue parole sul Napoli di Maradona: "Diego non avrebbe mai voluto nel suo spogliatoio un 'fenomeno' come te. Firmato: nu scappat ‘e casa"

  4. Ciro in Babilonia, ossia La caduta di Baldassare (Cyrus in Babylon, or The Downfall of Belshazzar) is an azione sacra in two acts by Gioachino Rossini with a libretto by Francesco Aventi. It was first performed at the Teatro Comunale in Ferrara during Lent, 1812.The exact date of the premiere is unknown but is believed to be 14 March.

  5. Ciro Immobile entre en 2006 au centre de formation du Sorrente Calcio, club de sa province natale, avant de rejoindre ensuite le grand club du nord de l'Italie, la Juventus FC, après insistance de Ciro Ferrara.Il est d'ailleurs supporter du Napoli depuis l'enfance [2].. Il fait ses grands débuts professionnels à 19 ans en Serie A, le 14 mars 2009 lors d'un Juventus FC-Bologne (victoire 4-1 ...

  6. CIRO ® - The Original Pizza box - è diffuso in tutt'Italia. OLTRE 500 PIZZERIE IN ITALIA E ALL'ESTERO LO STANNO GIA' UTILIZZANDO... Non perdere tempo. Ordina subito il kit di prova CIRO ® WOW BOX. Aggiudicati l’Esclusiva di Zona prima che la prenda qualche tuo concorrente, condannandoti a “bollire” le tue Pizze nel cartone per sempre.

  7. Ad esempio, il libro Ciro Menotti e i suoi compagni, scritto dall'ufficiale garibaldino Taddeo Grandi, modenese, edito nel 1880 (dalla tipografia Azzoguidi di Modena e di cui una copia è conservata presso la biblioteca del museo mazziniano di Genova), riporta gli atti di atrocità commessi dalla polizia del Ducato, al cui comando vi era proprio Francesco IV.